Sono Silvia, moglie e mamma a tempo pieno.
Da piccola dividevo il mio tempo tra il gioco con le bambole e la manipolazione del pongo (all'epoca ancora non esisteva il dido!!!) .
Poi arrivarono la scuola, gli impegni extra scolastici, il lavoro e la mia creatività fu necessariamente accantonata.
Quando io e il mio fidanzato decidemmo di sposarci, pensai che non valeva la pena dar fondo a tutti i nostri risparmi per cui rispolverai i miei vecchi ricordi e mi lanciai in una bellissima avventura: personalizzare il mio matrimonio.
Quello è stato il momento preciso in cui ho capito che volevo ricominciare a dar sfogo alla mia creatività.
In questi pochi anni ho creato oggetti con diverse tecniche e diversi stili. Ho partecipato a qualche corso a tema, per migliorarmi e non smetto mai di navigare sul web per prendere spunto, imparare, perfezionarmi più che posso.
Quando ho del tempo libero, prendo un pennello, un po' di stoffa, un cartoncino e inizio un nuovo progetto; nulla di pretenzioso, vista la mia poca esperienza! Ma sono di natura ottimista e so che un po' alla volta otterrò buoni risultati.
Questo blog sarà il mio diario. Mostrerò le mie "opere d'arte casalinga" e raccoglierò notizie e suggerimenti per il fai-da-me.

domenica 8 luglio 2012

coni portariso

Per rendere particolare e personalizzato il proprio matrimonio bisogna dare spazio alla fantasia. Gli oggetti da creare sono tanti e di tante forme e colori.


Primi fra tutti ci sono i coni portariso, che possono eventualmente essere utilizzati come contenitori per i confetti, o per i petali, o ancora per i coriandoli che verranno lanciati all'uscita degli sposi dalla chiesa.


I miei, ho deciso che dovevano richiamare il colore del mio vestito e così li ho fatti lilla con dei tocchi di bianco.


La scelta della carta è stata un po' difficile. Non volevo nulla che si rovinasse durante la creazione e quindi ho subito escluso il cartoncino.


Volevo inoltre che i coni fossero speciali, non i soliti visti e rivisti su internet o nei negozi specializzati nel settore.


Durante la mia ricerca mi sono imbattuta nella carta di riso e ho pensato che facesse al caso mio: morbida, maneggevole e inoltre resistente.


L'ho acquistata ed arrivata a casa mi sono messa subito all'opera.... ero davvero impaziente di vedere il risultato!


Ho ritagliato circa 50 rettangoli grandi 14x15 cm ed ho incollato con la colla a caldo due lati.


Il passo successivo è stato quello di definire il bordo superiore, per evitare che si vedessero quei piccoli difetti dovuti ai tagli della forbice: ho utilizzato del nastro di raso bianco e tre mini roselline (sempre tutto incollato a caldo)


Questo è il risultato finale




Come primo lavoro fai-da-me è stato apprezzato, e devo ammettere che ne vado orgogliosa!







2 commenti:

  1. E fai bene ad esserne orgogliosa...sono davvero belli e originali! Sono curiosa di vedere il resto :)

    RispondiElimina

grazie a chiunque lascerà un commento sul mio post